La commissione ricerca

Sulla scia del fervore intellettuale e della sempre crescente consapevolezza di sostenere con prove scientifiche universali il valore curativo dell'osteopatia agli occhi degli scettici e dei pazienti che ad essa devono rivolgersi con la serenità e la consapevolezza con cui seguono altre tipologie di trattamenti medici, nel novembre del 2011 nasce la Commissione R icerca del ROI. La principale finalità è perseguire un'elevata qualità della ricerca per lo sviluppo dell'osteopatia basata sull'evidenza scientifica e la formazione dei professionisti n ella ricerca per contribuire al riconoscimento della professione dell'osteopata.

La competenza nell'ambito della ricerca clinica, infatti, è uno dei punti di partenza su cui strutturare la formazione degli studenti (WHO 2010) e l'aggiornamento continuo per i professionisti.

Uno dei primi interventi fondamentali della Commissione è stato quello di uniformare i programmi didattici di metodologia di ricerca nelle scuole aderenti al ROI con l'obiettivo di formare i futuri professionisti affinché adottino metodi valutativi comuni sulla base dei quali assicurare ai pazienti che la pratica sia guidata dalla migliore ricerca e dalle migliori informazioni disponibili (Evidence Informed Practice).

Per perseguire le sue finalità, la Commissione Ricerca promuove nell'ambito della formazione:

  • l'insegnamento della metodologia della ricerca negli Istituti di formazione
  • la conoscenza tra gli studenti e l'utilizzo della Terminologia descritta nel "Glossary of Osteopathic Terminology" redatto e revisionato ogni anno dall' Educational Council on Osteopathic Principles (http://www.aacom.org/resources/bookstore/Documents/GOT2011ed.pdf)
  • maggiore attenzione agli Standard di valutazione, ad esempio attraverso l'utilizzo del Modulo Ambulatoriale di Annotazione dei Dati SOAP proposto dal Comitato di Ricerca dell'Accademia Americana di Osteopatia. Tutto l'insegnamento è finalizzato a garantire Standard di pratica e sicurezza descritti nei documenti internazionalmente condivisi dalla Comunità degli osteopati (WHO, 2010; FORE, 2010; EFO &FORE 2010).
  • progetti di ricerca multicentrici in strutture formative ospedaliere e/o centri clinici pubblici e privati, oltre che alla Giornata Nazionale delle Tesi

Sul campo, tra i professionisti, la Commissione promuove:

  • l'introduzione del concetto di Educazione Continua in Osteopatia (E.C.O.) mediante l'organizzazione di momenti formativi e di aggiornamenti costanti attraverso i quali si propone di promulgare agli osteopati professionisti una terminologia e una pratica comune
  • un percorso di studi nell'ambito della ricerca scientifica in osteopatia uniformato sul territorio nazionale (livello di base ed avanzato)
  • l'organizzazione di Congressi Internazionali in collaborazione con Istituti di Formazione e Ricerca

L'uniformità degli standard garantisce agli utenti degli ambulatori di osteopatia lo stesso grado di professionalità da parte dei professionisti a cui si rivolgono. L'acquisizione della capacità di fruire della ricerca scientifica contribuirà a sviluppare capacità di auto-osservazione e autocritica dei professionisti, a promuovere la necessità di aggiornamento continuo, per supportare il Riconoscimento e la Regolamentazione della Professione partendo dalla sempre più alta professionalità degli operatori.

Regolamento della Commissione