Formazione

In Italia la formazione in osteopatia è gestita da Istituti Scolastici privati; quelli accreditati dal Registro degli Osteopati d'Italia garantiscono iter didattici che seguono le indicazioni della norma CEN e sono equiparati agli standard europei. Gli studenti in possesso di titolo di istruzione secondaria superiore accedono al corso di studi T1 di durata non inferiore a 5 anni con un monte ore di 4000-4500 ore pari a 300 crediti formativi. Per chi è in possesso di una laurea pregressa tra quelle previste dalla Commissione Didattica è possibile accedere alla formazione T2 a tempo parziale in 5 o 6 anni con un corso di studi che prevede circa 2000 ore per un totale di 120 crediti formativi.

Scopo della formazione è far acquisire ai futuri professionisti osteopati le competenze necessarie per gestire autonomamente o in collaborazione con altre figure sanitarie la prevenzione, la cura e il mantenimento della salute dei pazienti. Durante gli studi gli studenti, oltre ad acquisire le conoscenze delle scienze di base e dei principi fondamentali dell'osteopatia, sviluppano gradualmente le competenze tecniche e le abilità manuali di cui necessitano: in riferimento a queste fin dall'inizio sono previste lezioni teorico-pratiche che proseguendo per tutto il percorso formativo garantiscono l'apprendimento graduale della palpazione percettiva, abilità manuale indispensabile ad ogni buon osteopata.